Blog - MARCHE IN DIGITALE

E-commerce: 4 strategie per aumentare le vendite (da oggi)

15 Apr 17 Scritto da  Pubblicato in ecommerce
E-commerce: 4 strategie per aumentare le vendite (da oggi)



COME VENDERE DI PIU? NEL TUO ECOMMERCE: 4 CHIAVI PER IL SUCCESSO DEL TUO SHOP ONLINE

LO STATO DELL'ECOMMERCE NEL 2018

Secondo la National Retail Federation (NRF), le vendite al dettaglio vedranno una crescita sana nel 2018.

Tuttavia, per quanto impressionante possa essere questa crescita, è minore rispetto alle proiezioni per la vendita online. Ormai tutti sappiamo che non è sufficiente avere dei buoni prodotti o servii per avere un ecommerce che funziona. E non è più nemmeno una questione di prezzo.

Cosa serve dunque per aumentare le vendite su un sito di shopping online?
Gli ecommerce che non funzionano che scenario stanno perdendo?

Di seguito alcuni numeri che, anche se si riferiscono al mercato americano ci aiutano a capire il comportamento dei nostri potenziali clienti nei confronti dello shopping online. 

• Il regalo di Natale viene acquistato dagli Americani per l’86% online. Per gli Italiani la percentuale sarà sicuramente minore ma pur sempre apprezzabile

• Il carrello abbandonato è la più grande piaga da contrastare per chi vende online. Più del 50% dei potenziali clienti abbandona il proprio carrello senza finire l’acquisto. Da qui il mancato fatturato di siti di ecommerce che perdono le vendite da carrello abbandonato.

PERCHÉ I CLIENTI ABBANDONANO I SITI DI ECOMMERCE CHE VISITANO?

Lo sapete quali sono i principali motivi per i quali gli utenti web abbandonano i siti di shopping online che stanno navigando?

- Prima di tutto se non sono certi della sicurezza dell’ecommerce che stanno visitando, sono reticenti ad acquistare. Solo il 65% dei siti ecommerce evidenzia informazioni relativi alla sicurezza della transazione e la protezione dei dati durante il processo di acquisto e di pagamento.

- Se il tempo di caricamento di una pagina è alto il 53% dei clienti abbandonano l’ecommerce. (Amazon ha dettato gli standard di settori).

- Per quanto concerne le spese di spedizione le statistiche ci dicono che il 44% dei potenziali clienti abbandona un e-commerce, se constata che le spese di spedizione sono obiettivamente troppo elevate.

- Se il processo di acquisto è troppo lungo gli utenti abbandonano il processo di acquisto. Il 27% delle persone abbandonano il sito perché il processo di acquisto nel sito di e-commerce era troppo lungo.

Progettare prima e gestire poi un e-commerce non è assolutamente facile. Occorre fermarsi e costruire una strategia di Marketing che definisca come costruire la reputazione del nostro brand e come promuoverlo, come incentivare le vendite, come conquistare nuovi clienti e come fidelizzare quelli che hanno già acquistato.

Quindi:

Come si distingue la tua azienda in un mercato così affollato?
Come implementare le vendite di un sito di e-commerce?

Qui di seguito un elenco di 4 fattori per un ecommerce di successo. Se non sai che pesci prendere e vuoi aumentare le vendite del tuo ecommerce inizia da qui:

1. GUADAGNA LA FIDUCIA DEI TUOI POTENZIALI CLIENTI

Non possiamo permetterci di pensare che non appena apriamo il nostro negozio online i clienti si avvicineranno direttamente al nostro store per acquistare. Occorre guadagnarsi la fiducia dei potenziali clienti di un e-shop.

Come si può guadagnare la fiducia dei potenziali clienti di un e-shop?

Ci sono per esempio elementi che danno sicurezza ad un potenziale cliente, per esempio:
- indicazioni (semplici) su particolari protezioni o garanzie di qualità di processo (il 50% degli utenti web ne è assolutamente rassicurato)
- un numero di telefono (meglio se fisso) e un indirizzo fisico (46,35%)
- il cosiddetto look & feel cioè presentarsi con un aspetto professionale
- il fatto che l’ecommerce venda prodotti di brand affermati (24 %)
- la facilità nell’acquisto e la velocità di caricamento (23,65%)
- sapere che amici o colleghi hanno già acquistato nello stesso e-commerce (circa il 40%) o visualizzare enti terzi che certificano l’affidabilità del sito (come per esempio Trust Pilot, Feedaty).

A questo proposito sono importantissime le recensioni e le valutazioni dei clienti molto più di quanto dica l’imprenditore dell’ecommerce di se stesso e della sua Azienda.
Vediamo questo aspetto in dettaglio:

• L’85% dei consumatori dichiara di leggere fino a dieci recensioni prima di riporre fiducia in un prodotto.
• Il 72% dei consumatori indica che le recensioni positive fanno accrescere la fiducia nei riguardi di una merce o addirittura di un business.
• Il 92% degli utenti web farà uso in futuro di un business local che ha ottenuto una valutazione di 4 stelle. Nello specifico, ecco le intenzioni di acquisto dei consumatori in base alle stelle ottenute dalle aziende: 1 stella significa catturare il 13% dei consumatori, 2 stelle il 27%, 3 stelle il 72%, 4 stelle il 92%, 5 stelle ancora di più!

2. CREA UN PERCORSO DI VENDITA (CUSTOMER JOURNEY) CHE FACILITI GLI ACQUISTI

Creare un percorso di navigazione pensato su misura per il tuo specifico target di riferimento e orientato alla conversione è una chiave per lo sviluppo di un ecommerce. Questo vuol dire che occorre conoscere con precisione le persone per cui il tuo e-commerce dovrà essere realizzato e dovrà poi scegliere strategie, tecniche e strumenti adeguati per condurre all’acquisto.

Il processo di acquisto comincia dall’esperienza che costruisci per i tuoi potenziali clienti.
Ciò vuol dire occuparsi anche di:
1. Analisi Benchmark (analisi della concorrenza) e Business Analysis;
2. Analisi della mia clientela e di come si comporta nell’acquisto
3. Usabilità 4. Costruzione del sito di ecommerce
5. Test e messa online.

3. GARANTISCI UN “ADORABILE” SERVIZIO CLIENTI

Perché è indispensabile offrire un efficace customer care sul nostro e-commerce?

Le domande, dubbi degli utenti che rimangono inevase portano per la maggior parte dei casi ad una mancata vendita. Pare infatti che il 66% degli utenti web che acquistano online è disposto a pagare di più se le Aziende offrono un eccellente servizio di pre-vendita e post-vendita. E soprattutto il 56% dei clienti è portato a parlare della sua pessima esperienza di acquisto in questi casi. Poter contare su un ottimo servizio clienti vuol dire farsi ricordare dai tuoi clienti. Se le domande dei clienti vengono risolte in modo efficace e rapido, ne sentirai parlare nei post e nelle recensioni sui social media e lo vedrai anche nel traffico generato nel tuo sito. Al contrario se la tua assistenza è debole la tua reputazione subirà un calo enorme e anche le vendite. Fondamentali da questo punto di vista l’introduzione di strumenti come la chat o utilizzare whatsapp o Facebook messenger per poter semplificare il contatto ai tuoi clienti.

4. CONSIDERA IL TUO ECOMMERCE COME UN QUALUNQUE NEGOZIO FISICO

Promuovere l’e-commerce è vitale per il tuo business. Se aprissi un bar ti aspetteresti dei clienti con la saracinesca abbassata? Così per il nostro negozio online. Come pretendiamo di vendere se non lo promuoviamo? Dare visibilità ai nostri prodotti o servizi, i vantaggi che offriamo rispetto alla concorrenza e le opportunità che riserviamo ai nostri clienti ci permette di farci notare, di fidelizzare gli utenti, di conquistare la loro fiducia. La promozione, se strategicamente progettata è fondamentale per il nostro ecommerce.
Per i dettagli sulle strategie per la promozione di un ecommerce leggi gli approfondimenti sul nostro blog.


Ecco, questi sono alcuni spunti su come migliorare le performance del nostro sito di e-commerce. Nel nostro shopping online cerchiamo di seguire questi suggerimenti?

 All works

© 2017 - Privacy Policy

Designed by M.C.Marketing e Comunicazione srl

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.